091303417Lun-Ven 10.00/18.00    

LA MACCHINA DEL TEMPO

Progetto di Educazione Ambientale, Il Gioco del Parco delle Madonie - 2003

il Paesaggio Racconta… “la macchina del tempo” un progetto di Educazione Ambientale  realizzato per conto del Consorzio Tetide, del WWF Italia e del Parco delle Madonie

Il progetto ha coinvolto le scuole medie inferiori dei 15 comuni del Parco delle Madonie ed ha portato alla costruzione del gioco "la Macchina del tempo" il Parco delle Madonie 

Il tema principale del progetto è stato il rapporto dell'uomo con la natura. Si è costruito con i ragazziun percorso storico/naturale, il gioco della macchina del tempo, considerando determinati periodi storici e rivisitando i luoghi delle Madonie in relazione ad alcuni nuclei tematici. Si è ricostruito con con i ragazzi una storia comparata dando vita ad una didattica della storia che ha dato loro gli strumenti più idonei per una ricerca delle origini (interviste, storia orale, simulazioni, rappresentazioni, ricerca delle tradizioni, usi e costumi). Il fine è stato il recupero delle proprie radici, la valorizzazione dell'identità  culturale del territorio e la scoperta delle peculiarità  locali. Il gioco è stato per i ragazzi il primo passo per tentare di ristabilire un rapporto più equilibrato con la natura, fatto da l'ncontro e dall'integrazione armonica. Di fronte all'omogeneizzazione e alla banalizzazione dei segni che caratterizzano i paesaggi più recenti, diventa sempre più urgente salvaguardare e difendere quei paesaggi umani che racchiudono in sè un patrimonio inestimabile d'’esperienze antiche e che hanno conservato tratti naturalistici unici.


IL GIOCO 
Lettura storica, culturale, naturalistica dell'ambiente di vita dei ragazzi madoniti attraverso un gioco, un gioco da tavola, un gioco di gruppo, un gioco di strada. Abbiamo trasformato la carta delle Madonie in un puzzle; ogni classe che ha partecipato al gioco ne ha avuto  un pezzo (il territrio del proprio comune), avuto in consegna il suo "pezzo di parco" hanno ricercato nel loro territorio informazioni legate alle aree tematiche: Ambiente, Storia, Letteratura, Arte, Mitologia. Queste informazioni sono diventate sentieri (percorso del gioco) e domande.
Le pedine sono stare i "simboli" di ogni comune del Parco, i premi amberi da piantare nel prorpio territorio
. I ragazzi sono divetati "viaggiatori del Parco" sono andati a caccia di informazioni, hanno trovato racconti, leggende, luoghi e testimonianze. Tutte le classi, i ragazzi di tutti i comuni del Parco hanno poi in una manifestazione finale nella Piazza del Castello di Castelbuono giocato al gioco da loro costruito e conosciuto tutto il territorio del Parco attraverso le domande formulate da ogni classe sul prorpi comune.

Altre proposte